Napoli sotterranea un viaggio fantastico

Ciao bambini, oggi vi porteremo in un luogo magico, munitevi di torcia e scarpe comode: inizia l’avventura!
Siete pronti per scendere a 40 metri di profondità con me e scoprire una Napoli mai vista? Infatti, tanti tanti anni fa furono i Greci a scavare per primi nella città di Napoli, la pietra estratta serviva per costruire, chiese, palazzi e tanto altro…questa pietra particolare si chiama tufo è di colore giallo, prova a riconoscerla passeggiando per le strade di Napoli.
Estratta la pietra restavano grandi cavità usate in più periodi storici per diversi usi, come ad esempio cisterne o ricoveri antiaerei, scopriamoli insieme.

Andiamo…o dovrei dire Scendiamo, ci aspettano 121 gradini! Camminiamo lentamente nel cuore della città, se tocchiamo le pareti sembrerà sentire delle goccioline di sudore. Brrr inizia anche a far freschetto, meglio indossare anche un cappellino!
Arrivati in fondo si aprirà ai nostri occhi un’enorme cisterna, ma c’è ne sono tante e sono collegate da corridoi, stretti e lunghi, uno in particolare è molto buio, e piace tantissimo ai bambini infatti, ad ogni piccolo esploratore verrà infatti data una candela (una torcia a forma di candela) per attraversare il corridoio.
Ma non visiteremo solo cisterne e cunicoli, durante l’escursione oltre ad ammirare i resti dell’antico acquedotto greco – romano e dei rifugi antiaerei della Seconda Guerra Mondiale, visiteremo il Museo della Guerra, gli Orti Ipogei, la Stazione Sismica Arianna e tanto altro ancora.
Questo tour è adatto a tutti i bambini curiosi e un pò esploratori, dura circa un'ora e non è realizzabile con passeggino.